Se siete tra quelli che, scorrendo Instagram, rimangono ipnotizzati dalle chiome fluenti sfoggiate da quasi tutte le influencer e immediatamente vi deprimete pensando ai vostri capelli, questo post vi sarà molto d’aiuto.

Primo: spesso extra volume e extra lunghezze non sono frutto di pillole magiche o di balsami straordinari, ma di un elaborato intervento del parrucchiere che ha sigillato centinaia di extension, quindi affinate l’occhio e riuscirete a distinguere una chioma vera da una falsa.
Secondo: come per la pelle, la cura dei capelli parte da ciò che mangiamo, con cibi specifici che vanno ad agire direttamente sia sulla struttura, sulla fibra del capello che sul cuoio capelluto.

I cibi amici della nostra chioma sono svariati e principalmente sono quelli fortemente proteici, ricchi di sali minerali e vitamine, specialmente quelle del gruppo B (la B8 nota come Biotina in modo particolare) oltre alla vitamina A e alla C dal forte potere antiossidante che vanno a ridurre la secchezza e la fragilità dei capelli che hanno tendenza a sfibrarsi. Calcio, ferro e zinco lavorando sulla struttura del fusto del capello, rinvigorendolo e ritardandone la caduta. Altri preziosi alleati sono tutti gli acidi grassi Omega3 che incrementano la produzione di cheratina andando ad agire sul microcircolo rendendo i capelli anche più lucenti e morbidi.

Ma cosa dobbiamo mangiare nello specifico per ottenere l’effetto di un vero e proprio hair treatment?

La frutta secca è una grande fonte di Omega3 e selenio. Quindi, intolleranze a parte, via libera a mandorle, noci, nocciole, anacardi, semi di lino, di girasole, di zucca (questi ultimi ricchissimi di Omega6 e zinco) dal provato effetto rigenerante e ricostituente. L’avocado è sempre di più un vero e proprio elisir di bellezza a tutto tondo. Non solo è ricchissimo di fibre e ha un basso contenuto di zuccheri, ottimi livelli di Omega3 ed è una vera e propria bomba di vitamine A, C, E e K.

Le uova da sempre sono considerate un cibo ricostituente ed è proprio così dato l’alto contenuto di ferro, di praticamente tutte le vitamine del gruppo B (di B2 nota come riboflavina, in particolare e Biotina – o B7 e B8 a seconda delle nomenclature) . Il ferro porta ossigeno ai follicoli facilitando la crescita del capello e rendendolo più forte e resistente.

Agrumi, carote, zucca, peperoni ricchi di betacarotene e vitamina C (di cui sono un’ottima fonte anche le fragole) rendono i capelli lucidi, morbidi e setosi.

Spinaci e tutte le crocifere (broccoli e cavoli di vario genere) contengono alte percentuali di Vitamina E e di sali minerali come potassio e magnesio che agiscono sulla struttura del capello fortificandola.

Yogurt e latticini, grazie al calcio in essi contenuto, nutrono i capelli e la cute evitando secchezza e rotture. Anche i cereali ci vengono in aiuto, soprattutto se integrali, l’avena in particolare (ottima anche per problemi di sensibilità cutanea) e il miglio, vero e proprio segreto di bellezza delle donne asiatiche di cui invidiamo le lunghe, lucide e lisce chiome setose.

Se in estate il sole, la salsedine e il cloro delle acque in cui ci immergiamo sono i peggiori nemici dei nostri capelli, in inverno dobbiamo difenderci dalle basse temperature, dall’umidità e dal riscaldamento. Senza dimenticare lo sfregamento prodotto dalle fibre tessili, sia naturali sia sintetiche, di cuffie, cappucci e cappelli che non solo sfibrano la struttura del capello, ma lo elettrizzano anche creando danni permanenti.

Danni che possono essere arginati grazie a Keravive, un nuovo protocollo messo a punto da Hydrafacial, che va a detergere in profondità, stimolare, nutrire e idratare il cuoio capelluto facendoci ottenere capelli più sani e forti. La tecnologia Vortex FusionTM  stimola la circolazione del cuoio capelluto azione che aiuta i nutrimenti ad arrivare con più facilità ai follicoli capillari. In più mette il cuoio capelluto in grado di ricevere e assorbire il mix di 5 fattori di crescita e 2 proteine che vengono veicolati assieme ai peptidi contenuti nel booster Keravive, andando ad aumentare anche la produzione di cheratina. Il tutto associato ad una detersione mai aggressiva e all’applicazione di una maschera settimanale, farà sì che anche noi potremmo sfoggiare una chioma da influencer e fare un pieno di like sulla nostra prossima foto su Instagram.