Cellulite: cos’è e come si forma il nemico numero uno delle donne

La cellulite è il nemico numero uno delle donne, un inestetismo che colpisce soprattutto cosce, glutei, ginocchia e fianchi. Ma quali sono le sue cause? Come si forma e come si elimina? In questo approfondimento dedicato alla cellulite, le risposte alle domande più frequenti. 

La cellulite è l’inestetismo più temuto dalle donne, difficile negarlo. Ed è anche il più diffuso, visto che, secondo le ricerche più accreditate, interessa oltre l’80% della popolazione femminile che ha superato la pubertà. La sua comparsa, soprattutto su fianchi, cosce e glutei, è legata a una pluralità di fattori, non sempre facili da identificare. E una volta generatasi, la cellulite è difficile da far scomparire. Sconfiggerla, però, non è impossibile. Alimentazione sana, sport e trattamenti di medicina estetica specifici sono alleati efficaci per eliminare i depositi di cellulite o, meglio ancora, per prevenirne la formazione. Per agire, però, è necessario conoscere a fondo questo nemico della bellezza.

Cos’è la cellulite e quanto può essere grave

Da un punto di vista medico e scientifico, la cellulite è una forma di adiposità localizzata. Cioè una concentrazione di tessuto adiposo (grasso) che si raccoglie in zone specifiche del corpo. Nella percezione comune, si tratta soprattutto di un difetto estetico, che colpisce quasi esclusivamente le donne. Nell’uomo, infatti, il formarsi di depositi di cellulite è un fenomeno molto raro. Al contrario, il corpo femminile si presta all’attacco di questo inestetismo, tipico di alcune zone: gambe, ginocchia, glutei, addome e fianchi. 

Considerare solo i risvolti estetici, però, è un errore. La cellulite, infatti, se trascurata, può dare seri problemi, generando un’infiammazione che peggiora nel tempo. Le cellule di grasso, infatti, si ingrossano e premono sul microcircolo, provocando ritenzione idrica (disturbo spesso associato alla comparsa della cellulite) e innescando un processo infiammatorio. A questo punto, i tessuti, per difendersi dall’infiammazione, attivano un’azione riparatoria e creano una fibrosi. Questo significa che si induriscono, danno dolore e generano le fossette irregolari (la cosiddetta pelle a buccia d’arancia), i cuscinetti e le culotte de cheval. 

Attenzione, però, la cellulite estetica non va assolutamente confusa con la cellulite infettiva, che è una patologia causata da un’infezione batterica.

Differenza tra la pelle in condizioni normali e quella con cellulite

Gli stadi della cellulite

Dato che la cellulite può evolvere e peggiorare nel tempo, la sua gravità si articola in quattro stadi (o livelli).

  • Cellulite edematosa. È il primo stadio della cellulite, quello meno preoccupante, da cui è possibile uscire senza danni persistenti. In questa fase, infatti, si formano i primi depositi di grasso, sulla pelle compare la buccia d’arancia ma solo quando la si pizzica o si irrigidisce il muscolo. In condizioni di rilassamento, invece, non si vede nulla e al tatto la pelle è ancora morbida. 
  • Cellulite fibrosa. È l’evoluzione della cellulite edematosa, quando questa non viene adeguatamente trattata. La pelle perde elasticità e il colorito diventa meno uniforme. Oltre alla buccia d’arancia, si nota la comparsa di avvallamenti e la formazione di noduli. Inoltre, al tatto la zona colpita dalla cellulite è dolorante e più fredda. Però, ci si trova ancora in presenza di una situazione che può essere risolta. 
  • Cellulite sclerotica molle (o flaccida). La cellulite sclerotica rappresenta il terzo stadio di questa patologia, il più grave, che può essere suddiviso in due ulteriori livelli. Il primo è la cellulite sclerotica molle (sempre reversibile). Cosa succede in questo caso? I noduli si ingrandiscono e danno più dolore; compaiono edemi superficiali e segni di insufficienza venosa e linfatica. 
  • Cellulite sclerotica (o dura). È la forma più seria e difficile da trattare, caratterizzata dalla formazione di macro-noduli molto dolorosi al tatto. La pelle assume l’aspetto “a materasso”. 

Sintomi e conseguenze

Da quanto detto finora, risulta piuttosto semplice l’identificazione dei sintomi della cellulite, cioè gli indizi che lascia sul corpo e che permettono di riconoscerla. Vale la pena, però, elencarli in modo rapido e sintetico:

  • buccia d’arancia;
  • noduli;
  • avvallamenti;
  • pelle dal colorito non compatto;
  • raffreddamento cutaneo localizzato;
  • dolore al tatto;

Le cause che portano alla formazione della cellulite

Sapere cos’è e che caratteristiche ha questo odioso inestetismo è senza dubbio importante. La domanda che ogni donna si pone, però, è soprattutto una: come si forma la cellulite? Solo conoscendone le cause, infatti, si può agire in tempo per evitarla. Purtroppo, la risposta a questa domanda non è semplice. Le ragioni che portano alla formazione della cellulite, infatti, sono molte e variegate, alcune genetiche, altre legate all’insorgere di specifiche patologie.

Tra i primi responsabili ci sono sicuramente gli ormoni, in particolare gli estrogeni. Una loro attività eccessiva, infatti, può generare ritenzione idrica e dare il via a processi a catena che portano alla cellulite. 

Altro fattore di rischio sono la fragilità capillare e le alterazioni a carico della circolazione, nello specifico quelle che ne comportano un rallentamento.

A queste forme di predisposizione, si aggiunge l’azione di alcuni fattori aggravanti, legati a cattive abitudini di vita:

  • Stress (magari accompagnato da sonno scarso);
  • Uso di scarpe non idonee, come quelle con tacchi alti e punte strette o con suola piatta;
  • Uso di abiti non idonei, perché troppo aderenti;
  • Difetti di postura in grado di alterare la circolazione;
  • Poco consumo di acqua;
  • Alimentazione non sana e uso eccessivo di alcol e tabacco;
  • Vita sedentaria con poca attività fisica.

Come si combatte la cellulite: dalla prevenzione ai trattamenti medici estetici

Veniamo al dunque, alla domanda delle domande: come si sconfigge la cellulite? Vista la sua diffusione, questo inestetismo è stato oggetto di numerosi studi e, per fortuna, ogni si conoscono diversi rimedi per contrastarlo. I migliori, ovviamente, sono quelli che agiscono in prevenzione.

Alimentazione sana e giusta idratazione

Un’alimentazione sana ed equilibrata, oltre ad essere un elisir di lunga vita, è anche un’ottima alleata contro la cellulite. Sia per prevenirne la comparsa che per aiutare la sua eliminazione. In particolare, bisogna introdurre buoni quantitativi di fibre e minerali, mangiando frutta e verdura. Importantissima anche l’idratazione. Da evitare, invece, i cibi grassi e ricchi di additivi alimentari (come i diversi tipi di dolcificante).

Sport e movimento

Fondamentale anche il ruolo dell’attività fisica. Una vita sedentaria non fa che acuire il rischio della cellulite e del suo peggioramento. L’ideale è l’attività aerobica moderata, magari associata anche ad esercizi di tipo anaerobico. L’importante è essere costanti nel tempo e mantenere il ritmo di almeno 3 sedute di allenamento a settimana. 

Addio alle cattive abitudini

Una volta eliminata la sedentarietà, è importante anche mandare in soffitta le altre cattive abitudini, come il fumo o il consumo di alcolici. L’ideale sarebbe anche minimizzare l’utilizzo di alcuni tipi di vestiti e scarpe che, come visto, costituiscono dei fattori aggravanti. È il caso delle scarpe con tacco alto o, al contrario, di quelle completamente piatte, oppure delle calzature con punte strette, Stesso discorso anche per i vestiti troppo stretti, che tendono a comprimere eccessivamente. 

Creme anticellulite e trattamenti medici estetici

Vista la diffusione di questo inestetismo, il settore della cosmesi e dei trattamenti estetici, negli anni, ha elaborato molte soluzioni utili per combattere la cellulite. Una premessa, però, è doverosa: la bacchetta magica non esiste. Ciò che funziona è la perseveranza e la scelta della soluzione che meglio si addice alla propria situazione, anche in considerazione dell’età e dello stadio a cui è arrivato l’inestetismo.

Fatta questa doverosa precisazione, ecco un elenco dei rimedi anticellulite più efficaci:

  • Creme anticellulite (ne esistono moltissime in commercio, per non sbagliare è meglio farsi consigliare da un professionista della medicina estetica);
  • Radiofrequenza
  • Pressoterapia
  • Mesoterapia
  • Massaggio linfodrenante
  • Criolipolisi
    Carbossiterapia
  • Ultrasuoni
  • Tecarterapia
  • Trattamenti laser
  • Liposuzione 

Scopri come eliminare la cellulite con Endymed Contour

Enermedica è specializzata nell'importazione e nella distribuzione, in esclusiva per l'Italia, di prodotti medicali alamente innovativi e apparecchiature di medicina estetica di ultima generazione

Contatti

 

Sede legale: Via Umberto Giordano, 70 – 00124 Roma

 

Sede amministrativa: Via Vigentina, 142/144 – 27100 Pavia

P.iva:
02037030182

Numero verde:
800911820

Telefono:
(+39) 06 89673786

Email:
[email protected]

Hai altre domande?

Contattaci!

Seguici:

@2020 All Rights Reserved. Enermedica S.r.l. P.IVA: 02037030182
Via Umberto Giordano, 70 - 00124 Roma
Privacy Policy - CookiePolicy